IL NUOVO REGOLAMENTO DELLA SECONDA SERIE OMOLOGATO DALLA CONSULTA REGIONALE PIEMONTESE

In primo piano

La sorpresa pasquale dopo anni di tribolazioni sulla Seconda Serie,  decreta la fine delle dimenticanze di segnature o gestioni poco trasparenti che inducevano alle continue rimostranze degli atleti.

Infatti da ora in poi,  al di là della segnatura del tesserino in caso di vittorie, tutte le classifiche saranno gestite con un data base di singolo atleta nelle posizioni inerenti al regolamento e il cooordinamento regionale sulla base dei dati certificati,  determinerà il passaggio alla Serie superiore, con comunicazione diretta al Comitato ed Ente di appartenenza.

Ricordiamo che la sottoscrizione di questo regolamento è avvenuto con la perfetta sinergia collaborativa tra gli Enti che la praticano ovvero: Acsi, Asc, Libertas, Csain e Uisp dopo varie riunioni in cui sono stati approfondite ed esaminate tutte le posizioni che si potrebbero riscontrare in senno alle varie modalità di gara.

In attesa che questa iniziativa si sposi anche nella vicina Lombardia, sul ns. data base appariranno anche gli atleti extra regionali partecipi alle manifestazioni piemontesi,  dove il regolamento sarà applicativo anche per loro nel prosieguo partecipativo alle gare piemontesi.

CONSULTA REGIONE PIEMONTE – 2ªSERIE

 CONSULTA REGIONE PIEMONTE

REGOLAMENTO MANIFESTAZIONI STRADA 2ª SERIE

 

1)      Le manifestazioni di 2ª Serie nascono al fine di consentire a più amatori di ottenere delle buone soddisfazioni sportive, che per motivate ragioni non riescono a raggiungere nella serie superiore (1ª Serie).

 

2)      Le gare di 2ª Serie sono aperte ai tesserati degli Enti di Promozione Sportiva che praticano la 2ª Serie, che hanno in organigramma un’apposita Commissione e che aderiscono alla Consulta Territoriale.

 

3)      La 2ª Serie è istituita unicamente per le gare su strada, in linea e/o a circuito, e non vengono presi in considerazione i risultati di altre specialità

 

4)      L’appartenenza alla 2ª Serie è facoltativa e chi desidera farne parte deve inoltrare domanda alla propria Sezione Provinciale tramite l’ASD di appartenenza.

 

5)      Il timbro di 2ª Serie dovrà essere apposto sulla tessera rilasciata dal proprio Ente di appartenenza, se la tessera non riporta alcuna indicazione il titolare è considerato di 1ª Serie.

 

6)      Potranno far parte della 2ª Serie tutti i Cicloamatori che nell’anno precedente non abbiamo ottenuto i risultati descritti al punto 7 e/o non abbiano conseguito Titoli  Regionali o Nazionali

 

7)      Condizioni per il passaggio dalla 2ª Serie alla 1ª Serie in corso d’anno:

a)      Vittoria assoluta in una gara di 1ª Serie

b)      2 vittorie assolute in gare di 2ª Serie

c)      Vittoria assoluta in una gara di 2ª Serie + 2 piazzamenti in 1ª Serie nei primi 3 classificati

d)     Vittoria assoluta in 2ª serie + 4 piazzamenti in 2ª Serie nei primi 3 classificati

e)      7 piazzamenti nei primi 5 assoluti di ogni gara di qualsiasi serie

 

8)      Per la categoria Veterani la vittoria di categoria viene equiparata alla vittoria assoluta se ottenuta nei primi 5 assoluti.

9)      Per le partenze con partecipazione fino a 25 atleti sarà conteggiata la sola vittoria assoluta.

 

10)  La permanenza in 1ª Serie ha validità dal momento stesso del passaggio e per tutto l’anno solare successivo. Il ritorno in 2ª Serie è subordinato ai risultati ottenuti nel predetto periodo

 

11)  La Commissione di Consulta Territoriale di 2ª Serie ha il compito di verificare la corretta applicazione del presente regolamento e di intervenire attraverso l’Ente di appartenenza nei casi di valutazione errata.

 

12)  Ogni amatore è responsabile dell’aggiornamento della propria tessera. Alterazioni e/o sostituzioni della tessera saranno puniti con il passaggio immediato in 1ª Serie e il differimento alla Commissione Disciplinare dell’Ente di appartenenza

Un grazie particolare alla dedizione, volontarietà e disponibilità del Sig. Arboletti per la gestione del data base della Seconda Serie

Cogliamo l’occasione per formulare a tutto il circuito ciclistico i migliori auguri di Buona Pasqua unitamente alle famiglie.